Vincenzo Nibali Fan Club

 

Vincenzo passa da solo in cima al Ghisallo con un vantaggio di 1'27" e vince il Trofeo istituito alla memoria di Pier Luigi Todisco della Gazzetta dello Sport.

Una gara molto tirata che lo Squalo ha saputo dominare da vero lottatore fino a 33 Km dall'arrivo in discesa verso Onno il suo vantaggio era di 1'.29''
In pianura dopo il Ghisallo vicino all'ultima ascesa di Villa Vergano la pedalata di Vincenzo a 22Km dall'arrivo si fa un pò pesante.

Leggi tutto...

Fan Club Vincenzo Nibali

Penultima corsa della stagione, una sorta di anteprima del Lombardia di sabato prossimo.

La formazione Liquigas avrà in Vincenzo Nibali il suo capitano.

Lo “Squalo dello Stretto”, motivato e determinato a vivere il Gran Piemonte da protagonista, lavorerà anche in funzione del Giro di Lombardia.

Al suo fianco ci saranno Eros Capecchi, Damiano Caruso, Paolo Longo Borghini, Alan Marangoni, Dominik Nerz, Fabio Sabatini (la ruota più veloce della formazione) e Cristiano Salerno, una formazione di uomini giusti per tentare diverse sortite

Lo “Squalo dello Stretto”, motivato e determinato a vivere il Gran Piemonte da protagonista, lavorerà anche in funzione del Giro di Lombardia.

La formazione Liquigas avrà in Vincenzo Nibali il suo capitano.

Fan Club Vincenzo Nibali

Il secondo arrivo in salita consecutivo ha visto ancora un Vincenzo Nibali grintoso e generoso. Sul traguardo di Valdepenas de Jaen il capitano della Liquigas-Cannondale ha chiuso 11° con 11” di ritardo dal vincitore Rodriguez (Katusha), dimostrandosi però tra i più combattivi. In classifica generale il messinese mantiene la quinta posizione con 33” di ritardo da Chavanel (QuickStep) e 10” da Rodriguez, salito ora al terzo posto.
«Avevo messo in conto l’attacco di Purito Rodriguez oggi» afferma Nibali «perché, memore dell’arrivo dell’anno scorso, sapevo che la pendenza finale era perfetta per lui. E’ uno scalatore scattista, forte come pochi al mondo, e oggi ne ha dato prova. Personalmente stavo bene e mi è sembrato giusto provare a seguirlo, salvo poi mollare la presa quando ho capito che era dura tenergli la ruota: meglio non sprecare troppe energie. L’importante era chiudere questa due giorni così difficile senza problemi. Ho avuto riscontri positivi e la battaglia deve ancora cominciare. Rodriguez si è dimostrato tra i più competitivi ma i giochi sono aperti ancora per tanti corridori».

Leggi tutto...

Vincenzo Nibali Fan Club

 

E' una classica delle foglie morte perchè ha il sapore e il colore dell'autunno, in un sabato prealpino e autunnale.

Per "Il Lombardia" la Liquigas-Cannondale si affiderà ai suoi due capitani, Ivan Basso e Vincenzo Nibali, nella lotta per la conquista del Giro di Lombardia, l’ultima classica del 2011 nonché appuntamento conclusivo della stagione europea per la formazione verde-blu.

Lo Squalo rimane uno dei più accreditati della vigilia, nel 2010 la pioggia bagnò le difficili discese del percorso, e quello che doveva essere per lui una spinta in più si trasformò invece in una amarezza.

Leggi tutto...

Un premio alle eccellenze della: Cultura, Sport, Spettacolo, Sicilia e solidarietà. Il premio Tindari è stato rappresentato in una grande serata di gala ed eccellenti era la rosa di premiati di questa XXI edizione, che si è tenuta nela salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

La manifestazione è stata patrocinata dalla Camera dei Deputati, dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla presidenza della Regione Siciliana, dalla presidenza dell'Assemblea Regionale Siciliana, dalla presidenza della Provincia Regionale di Messina e del Comune di Messina e con l'adesione del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del presidente del Senato Renato Schifani.

Leggi tutto...

Fan Club Vincenzo Nibali

"Posso archiviare questa tappa con il sorriso - ha detto a caldo Vincenzo Nibali -. Oltre alle insidie del caldo il traguardo di oggi proponeva un arrivo oltre i 2.000: un particolare che puo' fare la differenza. Sull'ultima salita abbiamo deciso di dettare il ritmo per mettere alla corda gli avversari. La vittoria dell'anno scorso mi ha insegnato che bisogna costruire il successo giorno dopo giorno, secondo dopo secondo. Oggi mi sentivo bene: Capecchi ha svolto un grande lavoro in testa al gruppo per aiutarmi e abbiamo fatto un passo avanti in classifica generale. Non mi illudo, ci sono tante salite che decideranno la corsa. Nessuno è fuori dai giochi, anche Anton ha terreno per recuperare. Il mio obiettivo è essere il più regolare e costante. A partire da domani, un'altra tappa insidiosa».

Leggi tutto...